Agostino Ferrari


Biografia

Agostino Ferrari vive e lavora a Milano. Nel 1962 instaura un sodalizio con Angelo Verga, Ettore Sordini, Ugo La Pietra, Alberto Lucia e Arturo Vermi che segna la nascita del gruppo del “Cenobio” (1963-4). Questa esperienza coincide con l’inizio della ricerca di Agostino Ferrari sul segno che si tramuta in una grafia policroma e dinamica.

Nel biennio 1962-1964 la scrittura trova il proprio valore nella sua stessa funzione visiva e non verbale, piuttosto che alla scrittura come mezzo di comunicazione codificato. Tra il 1964 e il 1965 Ferrari compie due viaggi a New York in cui entra in contatto con la Pop Art. L’esperienza americana influisce sulla sua visione del segno, che assume progressivamente un valore più plastico. Nei primi anni Settanta, l’artista inizia la sua ricerca intorno all’aspetto emotivo legato al colore, che in seguito mette in relazione al segno e alla forma. A partire dagli anni Ottanta il segno viene utilizzato per raccontare, ma per “fermare” se stesso su un “simbolo di pagina tempo”. Il lavoro attuale dell’artista si incentra sulla realizzazione di quadri composti da una parte dominata dal racconto segnico e da un’altra rappresentata da una superficie nera, sulla quale il racconto si annulla o si modifica.

Nel 2005 Agostino Ferrari partecipa alla Quadriennale di Roma.

Mostre Personali

1961  Galleria Pater, Milano;

1996  Galleria Lorenzelli Arte, Milano;

2004 Arte Silva, Seregno;

Galleria Roberto Peccolo, Livorno;

2007  Galleria Centro Steccata, Parma;

2012  Centre National d'Art Vivant, Tunisi;

2013  Palazzo Lombardia, Milano

 

Mostre Collettive

2003  Arteambiente 1974-1977, la Salerniana, Erice (Tp);

2004  Spazio e Ambiente, Artestudio, Milano;

2005  Oltre la soglia, XIV Quadriennale di Roma, Roma;

2008  Arte arte, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Legnago (Ve);

2010  L’angolo del collezionista, opere dalla collezione Gianfranco Bellora, Mart, Rovereto;

2012  Remote Sensing, Armenian Center for Contemporary Experimental Art, Erevan;

2013  1963 e dintorni – Nuovi segni, nuove forme, nuove immagini, Gallerie d’Italia, Milano;

La donazione Spagna Bellora, Sala Focus, Museo del Novecento, Milano;

Nel Segno del Segno, dopo l’informale, Il Gruppo del Cenobio, Galleria Gruppo Credito Valtellinese, Milano;

2014  Nati nel ’30. Milano e a generazione di Piero Manzoni, Palazzo della Permanente, Milano;

2015  Ai confini del quadro. Brera anni sessanta-settanta, Accademia di Brera, Milano;

Agostino Ferrari e il Gruppo del Cenobio: la Pietra, Sordini, Verga, Vermi, Galleria Centro Steccata, Parma;

In hoc signo, Galleria Cà di Frà, Milano;

Capolavori della Collezione Farnesina, Museo di Arte Contemporanea, Zagabria;

Opere

One Comment

  1. Pingback: ARTISTI – Carte Scoperte

Comments are closed.